UA-111326531-1
Sunday, October 13, 2019

INCONTINENTI E STOMIZZATI: PROPOSTA DI LEGGE TARGATA FINCOPP

Posted by Punto Continenti On ottobre - 13 - 2019 Commenti disabilitati su INCONTINENTI E STOMIZZATI: PROPOSTA DI LEGGE TARGATA FINCOPP

Nel riquadro Francesco Diomede presidente Fincopp

 

Riceviamo e pubblichiamo volentieri il comunicato della Fincopp (Federazione Italiana Incontinenti e Disfunzioni del Pavimento Pelvico) riguardante la Proposta di legge sull’assistenza e regolamentazione delle normative per i soggetti incontinenti e stomizzati. Il Gruppo di Pressione REA (Radiotelevisioni Europee Associate) sostiene con convinzione questa battaglia che rientra a pieno titolo nella ricerca di costruire un nuovo e più efficiente Stato Sociale Democratico.

 

Fincopp ci ha lavorato tanto. Anni di lavoro. Contatti, incontri, discussioni, riunioni, con tutta la forza, la determinazione, la perseveranza, diremmo la cocciutaggine, di Fincopp, delle sue persone e, in modo particolare, del suo Presidente, Francesco Diomede. Manca, in Italia, una legge che disciplini “le tipologie, i criteri e le modalità degli interventi che lo Stato, nel rispetto delle competenze regionali, riconosce e promuove in favore dei soggetti incontinenti e stomizzati, al fine di assicurare loro la piena tutela del diritto alla salute attraverso il miglioramento delle condizioni di vita fisiche e psichiche, il rispetto della dignità umana e il perseguimento di obiettivi di equità e di inclusione sociale”.

 

Parliamo di interventi “diretti, unitamente agli interventi generali del Servizio sanitario nazionale, a favorire lo sviluppo di un sistema integrato di cura, assistenza, riabilitazione e rieducazione che sia efficace, equo, omogeneo e liberamente accessibile, sull’intero territorio nazionaleCi riferiamo per la precisione a “a) i soggetti che soffrono, alternativamente o congiuntamente, di incontinenza urinaria e fecale media o grave, sia congenita sia acquisita; b) i soggetti ai quali, a seguito di un intervento chirurgico, è stato applicato un nuovo collegamento, provvisorio o permanente, tra cavità interne del corpo ed esterno, attraverso il confezionamento di una o più stomie cutanee”.

 

Tutto questo e molto di più sta scritto oggi in una proposta di legge, dal titolo “Disposizioni in favore dei soggetti incontinenti e stomizzati”, presentata alla Camera dei Deputati dagli Onorevoli del Partito Democratico Marco LacarraUbaldo Pagano e Paolo Siani. Una proposta composta di sei articoli e di una presentazione introduttiva che è disponibile, per chi lo desidera, a questo link: Proposta di Legge incontinenza – mod Un risultato importante che fino ad un po’ di tempo fa sarebbe sembrato impossibile. Tanto importante che sarà oggetto di un evento di presentazione, a Roma, nelle prossime settimane, con la partecipazione di del Presidente di Fincopp naturalmente.

 

Un risultato che non è un punto di arrivo ma un punto di partenza. La strada per giungere, in Italia, ad una gestione efficace e corretta del tema incontinenza e di quello delle stomie è sicuramente ancora lunga. Ora però è stato fatto un passo importante che rappresenta un punto di svolta: c’era un prima e c’è un adesso. Il problema, lo sappiamo, non è sanitario, non è assistenziale, non è istituzionale: il problema è culturale, quello della conoscenza e del sentire. Conoscenza e cultura che raggiungano e attraversino la società italiana, in tutte le sue componenti, nel senso più ampio e conducano a un sentire di queste patologie e di questi disturbi al pari di qualsiasi altro. Faremo di tutto perché ci sia un dopo che giunga ad una conclusione positiva. Questo è l’impegno di Fincopp e del suo Presidente, Cav. Francesco Diomede e questo è l’impegno di AISTOM e del suo Presidente, Prof. Filippo La Torre.

Da registrare, infine, che dal 6 all’8 ottobre si svolto a Treviso il 12° Congresso Internazionale ISSP (International Society of Pelviperineology) che ha rappresentato un importante momento di confronto sulle tematiche che riguardano il pavimento pelvico (fisiopatologia, diagnosi e terapia). Al Congresso si è parlato anche di stomia con l’obiettivo di rendere la persona autonoma nella gestione della stomia e quindi riprendere la normale vita di relazione familiare e sociale. Al Congresso ha partecipato l’alstom Veneto.

x x x x x x

Video di circa 1 minuto sull’attività del GRUPPO DI PRESSIONE REA al quale tutti possono iscriversi su Facebook

 

Teresa Pascarelli

Posted by Punto Continenti On ottobre - 11 - 2019 Commenti disabilitati su Teresa Pascarelli

.

AL VIA IL X CONCORSO LIRICO INTERNAZIONALE «OPERA PIENZA»

Posted by Punto Continenti On ottobre - 7 - 2019 Commenti disabilitati su AL VIA IL X CONCORSO LIRICO INTERNAZIONALE «OPERA PIENZA»

Foto: nei riquadri il Sindaco di Pienza Manolo Gerosi e il Direttore artistico del Premio Monica Faralli

 

Siamo arrivati alla decima edizione del Concorso lirico di Pienza (dal 10 al 12 ottobre), splendida cittadina in Provincia di Siena. Nel panorama dei concorsi lirici italiani si tratta sicuramente di uno degli appuntamenti più importanti, una vera vetrina internazionale per giovani cantanti italiani ed esteri. Per fortuna, è proprio il caso di dire, ci sono ancora Comuni che investono sulla cultura per promuovere le loro bellezze storiche e architettoniche. Per la cronaca, attualmente Pienza è guidata dal giovane Sindaco Manolo Gerosi (affiancato dal vice Sindaco e rieletto Assessore alla cultura Giampietro Colombini): insieme all’intera Giunta hanno  il merito di continuare e, probabilmente, rafforzare nei prossimi anni un’iniziativa avviata e sostenuta dalla precedente amministrazione (Sindaco Fabrizio Fé).

Oltre a premi in denaro, audizioni e concerti, il Concorso soddisfa l’obiettivo principale dei giovani cantanti, cioè, quella di potersi esibire  in diversi teatri italiani ed esteri. Ai cittadini di Pienza viene invece offerta la possibilità di assistere alla messa in scena di un’opera nella Piazza principale, considerata la «Culla del Rinascimento». Parliamo di Piazza Pio II, Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Quello che rappresenta l’obiettivo e la finalità del progetto è il risultato del lavoro di una intera comunità che da più di dieci anni si prodiga per la realizzazione dell’evento che vede protagonisti i cantanti lirici provenienti da tutto il mondo. . 

 

Patrocinii e Collaborazioni  Il progetto si avvale di importanti e autorevoli Patrocini e Collaborazioni e ha ottenuto importanti riconoscimenti, tra questi, per le edizioni precedenti:  la «Medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica» (2017-2018), la «Medaglia di rappresentanza del Senato della Repubblica», il «Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri», il «Patrocinio del MIBACT», la collaborazione con l’«Accademia del Teatro alla Scala», la collaborazione con il «Teatro Opera di Firenze Maggio Musicale Fiorentino», il  «Teatro Carlo Felice di Genova»,  il Teatro dell’«Opèra de Monte-Carlo», l’«Opéra National du Rhin Strasbourg», lo «Stiftung Staatstheater Nurnberg», «Opera Vlaanderen» Antwerpen – Belgique, la «Deutsche Oper Berlin» «La Monnaie / De Munt – Brussels», «Aalto-Theater Essen», «Opera Zuid» Maastricht – Nederland», «Opéra National du Rhin – Opéra d’Europe – Strasbourg – Colmar – Mulhouse», la «Canadian Opera Company – Toronto – Canadian», del «Conservatorio Luigi Cherubini» di Firenze, la «Kicco Music», l’agenzia «Atelier Musicale», «Moira Johnson Consulting» di Ottawa, la «Regione Toscana», la «Provincia di Siena», l’«Azienda Ospedaliera di Rimini», l’«Associazione Amici per la Pelle di Milano», il «Comune di Trequanda» (Si), il «Conservatorio San Carlo Borromeo»,  il «Liceo Musicale Francesco Petrarca di Arezzo», il «Podere Forte», la «Banca CRAS», l’«Accademia degli Oscuri» e l’«Associazione ProLoco Pienza».

 

Svolgimento del Concorso. Il Concorso  si svolgerà nei giorni 10-11-12 Ottobre presso la Sala Convegni «E. Balducci»del Conservatorio San Carlo Borromeo, per le selezioni e la semifinale. La serata finale si terrà, invece, sabato 12 ore 21, presso la Chiesa di San Francesco  dove i partecipanti si metteranno alla prova di fronte ad una Giuria internazionale composta da:Marc Cleméur, Consulente di Opera Pienza in rappresentanza dei Teatri:«Opera Vlaanderen» Antwerpen – Belgique, «Opera Zuid» Maastricht – Nederland, «La Monnaie / De Munt – Brussels, «Aalto-Theater Essen», «Opéra National du Rhin – Opéra d’Europe – Strasbourg – Colmar – Mulhouse»; Stefano Gottin, Presidente Wunderkammer Orchestra – Pesaro; Thomas Hermann, Castingdirector Nationaltheater Mannheim; Pascale Montauban, Agenzia Arien e Artists ; Christoph Seuferle, Operndirektor Deutsche Oper Berlin.

Comitato d’Onore: Rolando Panerai, Baritono; Cristina Pavarotti, Musicologo e librettista;  Francesca Barbieri, Consulente musicale. Presidente di Giuria Adua Veroni Pavarotti. La Giuria della critica è formata da: Francesca Andruzzi, Fabrizio Camastra, Massimo Cherubini, Dania Masotti, Rainero Schembri (Presidente).

 

Le edizioni precedenti hanno visto la presenza di oltre 1000 iscritti provenienti da più di 30 paesi del mondo. Anche quest’anno i cantanti per tre giorni animeranno le strade e le piazze, allietando turisti e concittadini con i loro gorgheggi. In questo modo contribuiranno a donare a questa cittadina (dichiarata Patrimonio dell’Unesco) un’atmosfera unica, grazie alle loro voci e ai loro accenti internazionali, tanto da potersi definire «La piccola Salisburgo».

Per informazioni: iscrizioni.concorso.operapienza@comune.pienza.si.it oppure sezione iscrizioni presente sul sito www.operapienza.it. Info: +39 3357542186; e-mail: info@operapienza.it

x x x x x x

Video suggerito dalla REA (Radiotelevisioni Europee Associate). Il video vuole essere un invito aperto a tutte le persone interessate al Pluralismo dell’informazione, al Rafforzamento dello Stato Sociale Democratico e a un’Economia realmente  sostenibile. Se condividete questi obiettivi iscrivetevi su Facebook al GRUPPO DI PRESSIONE REA.

HU ROBOT: AL VASCELLO DI ROMA UN BALLETTO ‘TECNOLOGICO’

Posted by Punto Continenti On ottobre - 6 - 2019 Commenti disabilitati su HU ROBOT: AL VASCELLO DI ROMA UN BALLETTO ‘TECNOLOGICO’

Foto: un momento dello spettacolo

 

Hu_robot è uno spettacolo che punta molto sull’innovazione tecnologia. Gli autori hanno voluto presentare una “coreografia”, come scritto nel depliant illustrativo, “che esplora la robotica e la realtà aumentata, aprendo lo spazio scenico ad inedite, emozionati possibilità percettive”. In questo scenario va rimarcata l’esibizione dei danzatori del Balletto di Roma, impeccabili nell’impegno e nell’esecuzione artistica. Hu_robot è il frutto di una co-produziuone tra Lis Lugano e AiEP (Avventure in Elicottero Prodotti) che ha trovato spazio al Teatro Vascello di Roma, per antonomasia il Teatro dell’avanguardia e della sperimentazione artistica di alto livello. Ideazione e regia portano le firme di Ariella Vidach e Claudio Prati. Lo spettacolo vede in scena un inedito incontro tra 8 danzatori e un braccio robotico danzante, dotato di telecamera e videoproiettore. La performance si propone come un gioco di passaggi tra dimensioni umane e virtuali, alla ricerca di una relazione tra danza, tecnologia e interattività.

 

Hu_robot rappresenta in ogni caso una tappa della ricerca sperimentale che Claudio Prati e Ariella Vidach conducono, in collaborazione con la direzione e il corpo di ballo del Balletto di Roma, intorno alle forme di coesistenza fra l’uomo e le tecnologie. I Danzatori sono Paolo Barbonaglia, Cecilia Borghese, Lorenzo Castelletta, Riccardo Ciarpella, Aurora Conte, Albina Dyli, Matteo Mirdita e Giulia Strambin. Il robot porta la ‘firma’ UR10 Universal Robot.

 

Per gli ideatori si tratta di un tentativo di utilizzare “la tecnologia in contesti scenici e performativi e una riflessione sui rapporti tra l’umano e il robotico che, complice una elaborata suggestione musicale, riesce a proiettareletteralmente lo spettatore sui fondali della scena, coinvolgendolo in un confronto serrato con l’alterità”.

TEATRO VASCELLO. Via Giacinto Carini, 78 – 00152 Roma. Tel. 06.5881021/06.5898031 www.teatrovascello.itpromozione@teatrovascello.it

AL VASCELLO OVADIA CELEBRA LA GRANDEZZA DELLA GRECIA

Posted by Punto Continenti On settembre - 17 - 2019 Commenti disabilitati su AL VASCELLO OVADIA CELEBRA LA GRANDEZZA DELLA GRECIA

Foto: Sullo sfondo del Teatro Vascello Moni Ovadia

 

Al teatro Vascello di Roma è andata in scena il recital di canzoni, musiche e parole Romeosini/Grecità. A celebrare la “vecchia” e la “nuova” Grecia è stato un ispirato Moni Ovadia, in compagnia di Roberta Carrieri (voce splendida con chitarra e Dimitris Kotsiouros, (bouzouki e oud). Più che spettacoli le esibizioni Ovadia sono sempre un saggio di cultura, storia e anche politica: una politica dura ma onesta.

 

Non a caso in una serata decisamente poetica Ovidia ha sollevato con passione la grande tragedia greca moderna (raccontata anche con barzellette), che ha avuto per protagonisti un’Unione Europea tanto miope quanto feroce verso la culla della sua civiltà, e un Fondo Monetario Internazionale nella veste di aguzzino spietato. Ma torniamo allo spettacolo del Vascello, ormai un vero tempio per la riflessione culturale.

 

Per l’occasione, Ovadia ha riletto i grandi poeti greci contemporanei (in particolareYiannis Ritsos)capaci di trovare una voce autentica, moderna e umanissima proveniente dagli dei ed eroi dell’antica Grecia. “Noi pensiamo greco”, ha sostenuto Ovadia, “perché tutto il nostro apparato concettuale è di derivazione greca. Dobbiamo piuttosto chiederci come parlavano i greci, che voci avevano e da questo cercare di capire che queste lingue portano anche i travagli di duemila anni di storia. E’ una lingua semplicemente sublime perché porta dentro di sé i segni della dominazione turca, tutti i barbarismi, tutto il cosmopolitismo levantino. E’ una lingua grandiosa, multanime, dove trovi parole veneziane, slave, turche, una lingua che porta tutto il Mediterraneo in sé”.

TEATRO ROMANO DI VOLTERRA: PREMIO ‘OMBRA DELLA SERA’

Posted by Punto Continenti On luglio - 30 - 2019 Commenti disabilitati su TEATRO ROMANO DI VOLTERRA: PREMIO ‘OMBRA DELLA SERA’

Foto: Teatro Romano di Volterra, Simone Migliorini e il bronzetto Ombra della Sera

 

In seno al Festival Internazionale del Teatro Romano di Volterra, giunto alla XVII edizione sotto la presidenza di Simone Migliorini (ideatore della prestigiosa kermesse di rilievo internazionale), sabato 3 agosto verrà assegnato il Premio “Ombra della Sera” che una giuria di autorevoli giornalisti, scrittori, registi e attori, presieduta dal Professor Giovanni Antonucci, riconosce a personaggi che si siano distinti per la loro arte e per la loro carriera. Ogni premio è intestato a un personaggio volterrano che nei secoli si è distinto nella disciplina che viene premiata (es. teatro, lirica, danza, drammaturgia).

I vincitori di questa edizione sono:

Premio alla carriera “Tommaso Fedra Inghirami” a Carlo Simoni, attore, regista, di grande talento;

Premio alla lirica “Bruno Landi” a Giuseppe Sabbatini, tenore

Premio alla danza “Ernestina Fendi” a Luciana Savignano, etoile internazionale

Premio alla drammaturgia “Giovanni Villifranchi” all’eclettico e prolifico autore Furio Bordon;

Premio al progetto fotografico per il teatro “Nuccio Messina” al fotografo Tommaso Le Pera;

Premio al volterrano eccellente “Franco Porretti” allo stilista Stefano de Lellis;

Premio Teatro e arti sceniche al maestro Stefano Poda per l’alta qualità delle sue creazioni artistiche in vari ambiti teatrali riconosciute a livello internazionale.

 

Insieme al Presidente Giovanni Antonucci, hanno fatto parete della Giuria Vito Bruschini, Maura Catalan, Maria Letizia Compatangelo, Alma Daddario, Elena d’Elia,  Natalia di Bartolo,  Lia Gay, Floriana Mastandrea, Carmela Piccione, Mariano Rigillo, Anna Teresa Rossini, Giuseppe Liotta, Paola Dei, Rainero Schembri, Edoardo Siravo. La serata sarà condotta dagli attori Marianella Bargilli e Ubaldo Pantani, sotto la regia di  Vito Bruschini.

 

Nelle scorse edizioni hanno ricevuto il premio Ombra della Sera tra gli altri: Massimo Ranieri, Gabriele Lavia, Arnoldo Foà, Giuliana Lojodice, Franca Valeri, Alessandro Gassman, Giorgio Albertazzi, Antonio Calenda, Leo Gullotta, Edoardo Erba, Manlio Santanelli, Ugo Chiti, Nuccio Messina, Pino Strabioli, Paola Gassman, Maria Rosaria Omaggio, Paolo Ferrari, Maurizio Giammusso, Roberto Herlitzka, Glauco Mauri, Ivana Monti, Franco Cordelli, Masolino d’Amico, Eros Pagni, Alan Rickman, Fernando Arrabal, Isabel Russinova, Simone Cristicchi, Micha Van Hoecke, Giuseppe Pambieri, Fabio Armiliato, Amedeo Amodio, Angelo Longoni, Daniela Schillaci, Tato Russo, Gianfranco Bartalotta, Emilia Costantini.

 

Serata speciale. Come consuetudine, dopo il saluto e il benvenuto agli ospiti delle istituzioni rappresentanti la città di Volterra, ciascuno dei premiati intratterrà gli spettatori con aneddoti su episodi e personaggi incontrati nelle rispettive carriere. una serie di ospiti illustri, tra i premiati delle scorse edizioni, arricchiranno la serata con i loro interventi. Tra questi, due grandi del teatro italiano: Tato Russo e Aurelio Gatti. Il premio consiste nella riproduzione, in formato originale, del famoso bronzetto etrusco denominato: Ombra della Sera,  realizzato da un ignoto scultore vissuto circa 3000 anni fa. Secondo la tradizione, fu Gabriele D’Annunzio a dare alla filiforme statuetta votiva questo nome. Sin dalla prima assegnazione, il premio è stato considerato dai critici un vero e proprio “Oscar”  del teatro, unico nel suo genere in Italia

 

La manifestazione ha potuto contare sul sostegno di: Fondazione Cassa Risparmio Volterra; Cassa Risparmio Volterra spa; Comune di Volterra; Soprintendenza dei Beni Archeologici e Paesaggistici; La Camera di Commercio di Pisa; Terre di Pisa; UniCoop Firenze

INFO www.teatroromanovolterra.it

 

 VIDEO realizzato dalla REA nel 2017 con Simone Migliorini  (vera anima del Festival Romano di Volterra) che parla dell’impegno del Festival anche sul sociale.

 

ISOLA DEL CINEMA: UNA SERATA SPECIALE DEDICATA AL SOCIALE

Posted by Punto Continenti On luglio - 23 - 2019 Commenti disabilitati su ISOLA DEL CINEMA: UNA SERATA SPECIALE DEDICATA AL SOCIALE

Isola del Cinema (Isola Tiberina)

 

Il 24 Luglio l’Isola del Cinema di Roma (Isola Tiberina) dedicherà un’intera serata all’approfondimento di importanti tematiche sociali e ambientali. Allo Schermo Tevere si terrà la Serata Speciale dedicata all’Ospedale Fatebenefratelli, che proporrà la proiezione gratuita del film Aprile(1998), diretto e interpretato da Nanni Moretti. Il protagonista, sconcertato dalla vittoria politica della destra italiana, decide di girare un documentario su Berlusconi e sul conflitto d’interessi, progetto che non finirà mai, dato il susseguirsi di molti eventi personali e professionali che sconvolgeranno la sua vita e lo porteranno infine a dedicarsi nuovamente ai musical. Alcune scene del film sono state girate all’interno dell’Ospedale Fatebenefratelli e durante la serata verrà sottolineata la rinnovata importanza che assume il reparto di maternità. Una vocazione all’accoglienza che l’Isola ha nel suo DNA. L’Isola Tiberina, fin dall’antichità, era un luogo di pellegrinaggio prediletto per il culto delle divinità, tra cui quello del Dio della medicina Esculapio, per il quale fu costruito un Tempio e dove numerosi malati venivano in visita per implorare la guarigione.

Dall’immigrazione alla politica, dalla necessità di lottare contro il cambiamento climatico all’introspezione umana, attraverso pellicole e dibattiti, L’Isola del Cinema si pone in prima linea nell’affrontare le gravi tematiche che, oggi più che mai, affliggono il tessuto sociale.

Per l’occasione all’Arena Groupama è attesa la proiezione del film “Il vizio della speranza” (2018) di Edoardo De Angelis, la storia di una ragazza, Maria, cresciuta nel drammatico ricordo di un abuso sessuale e figlia di una madre alienata, braccio destro di una boss della malavita. Maria, per lavoro, traghetta attraverso il Volturno delle ragazze nigeriane costrette per sopravvivere ad affittare l’utero. A sconvolgere la vita della ragazza una gravidanza inattesa e la fuga di una madre, Fatima, che decide di fuggire, ribellandosi così al suo triste destino.

Prosegue invece presso il Cinelabla rassegna cinematografica al femminile “European Women Filmakers”, con la proiezione del film “Journal de ma Tête” di Ursula Meier (2018), un’avvincente pellicola dalle note drammatiche ispirato da una storia vera. Il film tratta la storia di un diciottenne, senza precedenti penali, che invia alla sua professoressa di francese il diario nel quale anticipa l’efferato delitto a cui ben presto darà luogo.

La serata avrà inizio alle 20.30, presso lo Schermo Tevere, con  nL’Isola della Fotografia, evento fotografico gratuito in questa serata, incentrato sui cambiamenti climatici e sullo studio degli ecosistemi. Durante la mostra, assisteremo ad un dibattito che vedrà la partecipazione di Fabio Trincardi, direttore del Dipartimento Terra e Ambiente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), e di Marco Ferrazzoli, Capo Ufficio Stampa Cnr. Previsto anche un video-collegamento con la base Cnr ‘Dirigibile Italia’, da dove i ricercatori in missione al Polo Nord risponderanno alle domande del pubblico.

Per informazioni:
Orari:
L’Isola del Cinema è aperta tutti i giorni dal 13 giugno al 1 settembre 2019, dalle ore 18 alle ore 02
Sale: Le sale dedicate alle proiezioni, agli incontri e agli eventi collaterali sono cinque.
Nella sala Arena e Cinelab si accede con un biglietto a pagamento. La sala Schermo Tevere e la Sala dell’Assunta sono spazi gratuiti.
Biglietti: La Biglietteria per le sale Arena e Cinelab è UNICA, si trova presso la Sala Arena ed è aperta tutti i giorni dalle ore 20.00 alle ore 22.30. Il costo dei biglietti è di 6 euro (Arena) e 4 euro (Cinelab)
Dove: Isola Tiberina (Piazza San Bartolomeo all’Isola)
Contatti:
Tel. 0690214524 dal lunedì al venerdì, ore 10:00 – 17:00

Ufficio Stampa L’Isola del Cinema– Elena Matteucci – Cell. 3332945411
ufficiostampa@elenamatteucci.com; ufficiostampa@isoladelcinema.com

www.isoladelcinema.com

x x x x x 
Video suggerito e commentato (in inglese e italiano, 2 minuti)ONU e Nuove Tecnologie: Vera sfida per Guterres – UN and New Technologies: Real challenge for Guterres 

 

SUTRI APRE LA XVII EDIZIONE DEI ‘TEATRI DI PIETRA’

Posted by Punto Continenti On luglio - 5 - 2019 Commenti disabilitati su SUTRI APRE LA XVII EDIZIONE DEI ‘TEATRI DI PIETRA’

Nel riquadro la drammaturga Alma Daddario

 

Il mese di luglio, come di consueto, si apre a Sutri con la grande cultura di Teatri di Pietra. La prestigiosa rassegna, alla XVII edizione,  con la direzione artistica del Maestro Aurelio Gatti, nasce con la finalità di valorizzare i teatri antichi ed i siti monumentali attraverso lo spettacolo dal vivo ed una rete sinergica di più soggetti che fondono, in un connubio di elevato spessore,  la danza con la musica, il teatro con l’archeologia ed il paesaggio. Teatri di Pietra, che quest’anno potrà vantare ben due prime nazionali (Clitemestra il 6/7 e Donne al Parlamento il 20/7), rispettivamente in apertura e chiusura, inizierà il 6 luglio nella straordinaria cornice naturale dell’Anfiteatro romano di Sutri.

 

La rassegna, che proseguirà fino al 20 luglio, è a cura di Pentagono Produzioni e Circuito Danza Lazio, in collaborazione con il Comune di Sutri, il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionalela rete nazionale dei teatri antichied il festival Teatro Romano di Volterra. Il cartellone, sabato 6 luglio, si aprirà con “Clitemnestra – il processo”, scritto da Alma Daddario“Passata alla storia, grazie alle descrizioni di Omero (Odissea), di Eschilo (Orestea), di Euripide (Ifigenia in Aulide), tutte figure maschili, come il prototipo della donna infame, il mostro che ha commesso l’orrendo delitto di uccidere lo sposo appena tornato dalla guerra, la donna che dà libero sfogo alle proprie passioni:  un modello opposto a quello di Penelope, sposa di Ulisse, che aspetta il ritorno del marito mantenendosi a lui fedele.

 

Questa lettura, tutta al maschile, delinea solo in parte il profilo di questa figura “inquietante” della mitologia greca. Il destino di Clitemnestra, figlia di Leda e Tindareo, era segnato fin dalla nascita da una maledizione di Afrodite che l’aveva condannata, assieme alla sorella Elena, ad essere adultera. La giovane Clitemnestra fu data in sposa al re di Pisa, città del Peloponneso, Tantalo, e da lui ebbe anche un bambino. A questo punto le vicende umane di Clitemnestra ed Agamennone si incrociano. Agamennone, re di Micene, mosse guerra a Pisa: la conquistò e uccise Tantalo. Ma la sua ira non si fermò qui, prese il bambino che Clitemnestra stringeva al seno, e lo scagliò contro una roccia, uccidendolo. Clitemnestra fu dunque vittima di una delle più turpi violenze, e costretta a divenire moglie dell’assassino di suo marito e di suo figlio.

 

Da Agamennone ebbe quattro figli: Ifigenia, (Ἰφιγένεια, significa “nata da violenza”.) che fu la sua sola consolazione, Crisotemi, Elettra e Oreste. Ma la vicenda si complica ulteriormente. Dopo il rapimento di Elena, quando i principi dell’Ellade si riunirono nel porto di Aulide per salpare alla volta di Troia e dare inizio alla guerra, il vento non si alzava costringendo la flotta a restare ancorata nel porto.  Agamennone decise di sacrificare sua figlia Ifigenia. Malgrado le suppliche di Ifigenia e quelle di Clitemnestra, la ragazza venne sacrificata. Questo mito si presta a certamente a più di una considerazione. All’interno di esso la figura centrale, Clitemnestra, compie una progressiva trasformazione: da vittima della violenza di Agamennone, a giustiziere e carnefice dei torti subiti. Nasce come “vittima” che subisce, per la morte del marito Tantalo e del figlioletto, poi l’inganno e successivamente l’uccisione dell’amata Ifigenia, subisce il tradimento con la “preda di guerra” Cassandra. Motivi per odiare  ne aveva, e  il dolore per la perdita dei figli diventa un tormento insopportabile e la mente trasforma il dolore  in un odio feroce, senza limiti.

 

Prima il tradimento con Egisto, poi l’istinto omicida  prende il sopravvento sulla ragione. Non le basta  la morte  del marito, la sua furia si scarica anche verso l’incolpevole Cassandra e sui gemelli avuti, cerca di uccidere anche il figlio,  ma Oreste viene salvato dalla sorella Elettra e condotto in Focide.
…E’ un’assassina, e come il pensiero “politically correct” richiede, non può essere assolta, ma il carico che ha dovuto sopportare è al di là delle umane possibilità, per cui non va nemmeno condannata, le vanno attribuite molte ed importanti attenuanti. Ben diverso è stato il verdetto su Oreste, il matricida, che viene perdonato del suo orribile  delitto con una sentenza incredibile: “non è la madre la generatrice di quello che è chiamato suo figlio, ma la nutrice del germe in lei seminato, il generatore è colui che ha seminato”. La legge non è uguale per tutti: da sempre pende di più dalla parte degli uomini. Ma il caso Clitemnestra  si presta anche a riflessioni giuridiche sulla natura del diritto, all’interno del quale devono poter trovare spazio sia gli aspetti razionali sia quelli emotivi, perché l’uomo è ragione e cuore, qualsiasi scissione non consentirebbe una lettura della realtà completa e soddisfacente”.

 

PROGRAMMA

sabato 6 luglio

CIRCUITO DANZA LAZIO / MDA

CLITENNESTRA – il processo
scritto da Alma Daddario

 con Carlotta Bruni, Rosa Merlino, Paola  Saribas , Matteo Gentiluomo, Luca Piomponi e Valeria Contadino

direzione Aurelio Gatti – regia Sebastiano Tringali

venerdi 12 luglio

UNICAM-Università di Camerino / MDA
HESPERIOS, l’Occidentale
dall’opera omonima di Fabio Pallotta – musica Nazzareno Zacconi
regia e coreografia Aurelio Gatti
con Carlotta Bruni, Rosa Merlino, Luca Piomponi, Paola  Saribas ,
Raffaele Gangale, Sara Giannelli e Sebastiano Tringali

sabato 13 luglio

Compagnia ALMATANZ di Luigi Martelletta

LA BELLA ADDORMENTATA

coreografia Raffaele Paganini

Interpreti principali: 

Maria Chiara Grasso, Carlo Pacienza, Lilia Ivanova, Lucrezia Serafini, Stefano Candelori

giovedi 18 luglio

 Torino Spettacoli

Processo a Socrate

dai Dialoghi di Platone, scritto e diretto da Piero Nuti

con Piero Nuti e Elia Tedesco

sabato 20 luglio

FONDAMENTA TEATRO

LE DONNE AL PARLAMENTO

di Aristofane – traduzione di Ettore Romagnoli

regia di Giancarlo Sammartano

con Giorgia Trasselli -Giancarlo Ratti

Paolo Floris – Tommaso Sassi

e con Elisa De Paolis, Maria Beatrice Giovani, Vanessa Littera, Alisia Pizzonia, Marco Rinaldi, Alessandro Zinna, Ludovica Alvazzi Del Frate

scena e costumi   Daniela Catone – musiche   Stefano Marcucci

 

Con il Patrocinio

MiBac Ministero dei Beni delle Attività Culturali

Regione Lazio – Assessorato alla Cultura 

In collaborazione

Comune di Sutri

Area archeologica di Sutri Via Cassia  (Sutri/Viterbo)

Inizio spettacoli: 21,15

Ingresso 12 euro

Ridotto 10 euro: convenzionati/associazioni/studenti

Info & Prenotazioni:

teatridipietra@gmail.com / whatsapp 351 907 2781

FB teatridipietra /  teatridipietra.blogspot.it/

biglietti online: www.liveticket.it

 

x x x x x

Video suggerito e commentato (in inglese e italiano, 2 minuti):

ONU e Nuove Tecnologie: Vera sfida per Guterres – UN and New Technologies: Real challenge for Guterres https://www.youtube.com/watch?v=szhu2nTTWLo

 

ALL’IILA LA MODA LATINOAMERICANA SFILA NEL CUORE DI ROMA

Posted by Punto Continenti On luglio - 3 - 2019 Commenti disabilitati su ALL’IILA LA MODA LATINOAMERICANA SFILA NEL CUORE DI ROMA

Foto: nel riquadro Esperanza Anzola, vera anima della manifestazione

 

Torna il tradizionale appuntamento con lo SHOW ROOM–IILA, una rassegna annuale di moda latino-americana, giunta ormai alla sua IX edizione. Si tratta di una manifestazione promossa dall’Organizzazione Internazionale Italo-Latino Americana con il patrocinio delle Ambasciate del Messico e della Colombia in collaborazione con l’Accademia Estesia Moda e Cultura. L’evento è curato da Esperanza Anzola, Ino Mantilla e Maurizio Passeri.

 

La rassegna si terrà giovedì 4 luglio alle ore 17.30, presso la sede dell’IILA, in via Paisiello n. 24 a Roma, nella sala Amintore Fanfani. Si tratterà di una serata speciale, condotta da Nino Graziano Luca, in cui verrà presentato il marchio messicano HUICHOLA di Laura Ruvacalba. Invitati speciali la stilista colombiana Lina Medina con il marchio Swimwear e i suoi costumi da bagno dai colori accesi e trame particolari e i vincitori del Concorso Nazionale MODA MOVIE.

 

Lo Show Room- IILA è un’iniziativa che dal 2012 presenta al pubblico italiano giovani designer latino-americani che, impegnati nello sviluppo dell’artigianato locale, attraverso il recupero di antiche tradizioni e manufatti, intendono promuovere le loro opere come patrimonio e identità culturale dei loro Paesi, creando capi d’abbigliamento originali e in tendenza con la moda.

IILA-Organizzazione Internazionale Latino-Americana, Via Giovanni Paisiello, 24_ 00198 – Roma, Tel.  +39 06 68492 220, Cell. +39 3407213593 e.anzola@iila.org

 

x x x x x

Video suggerito e commentato (in inglese e italiano, 2 minuti):

ONU e Nuove Tecnologie: Vera sfida per Guterres – UN and New Technologies: Real challenge for Guterres https://www.youtube.com/watch?v=szhu2nTTWLo

 

LATIN AMERICAN FASHION: L’ALTA MODA A ROMA

Posted by Punto Continenti On giugno - 24 - 2019 Commenti disabilitati su LATIN AMERICAN FASHION: L’ALTA MODA A ROMA

Nel riquadro il Direttore Esecutivo Elsy Aparicio

 

I sapori, i ritmi ed i colori della moda latino americana sbarcano il 3 luglio a Roma con un importante evento patrocinato da CNA Federmoda e da diverse ambasciate dei Paesi coinvolti. Una manifestazione articolata su due giornate, nel calendario dell’Alta Moda Capitolina, che avrà luogo a Palazzo Ferrajoli, una delle più prestigiose dimore storiche di Roma, in Piazza Colonna, teatro di una sfilata collettiva di stilisti provenienti dal Brasile, da Cuba, dall’Ecuador e dal Messico, ai quali, il giorno successivo, si uniranno stilisti provenienti da altri Paesi per una successiva giornata di showroom dedicata a buyers e stampa. Un grande risultato, frutto del lavoro diplomatico di Elsy Aparicio, responsabile del progetto Latin American Fashion, capace di intrecciare proficue relazioni istituzionali e di far emergere le più interessanti professionalità del suo continente, quell’America Latina ricca di storia, cultura e tradizioni e di quel fermento creativo che vedremo in passerella a Palazzo Ferrajoli grazie al contributo fattivo di molti interlocutori istituzionali, primo fra tutti l’Ambasciatore dell’Ecuador in Italia, Nelson Robelly Lozada, che ha fatto prevalere il rapporto diplomatico tra Italia ed Ecuador, supportando l’organizzazione nelle relazioni diplomatiche con grande disponibilità ed umanità.

 

Roma, da sempre capitale dell’Alta Moda, volge con attenzione il proprio sguardo verso queste interessanti realtà creative d’oltreoceano, monitorando le fashion week locali e studiando le crescenti professionalità nate in questi Paesi dalla grande cultura, coltivata con un diverso approccio etico e filosofico. Una moda che nasce dalla gioia di vivere dal rispetto per la natura, dalla voglia di sorridere alla vita, ma con un approccio creativo estremamente professionale, lontanissimo dagli elementi naif che un immaginario collettivo distratto potrebbe ascrivere ad una ingenua artigianalità esotica. La creatività di questi designer, supportata da organismi internazionali di settore come CNA Federmoda, si è sviluppata velocemente, fino a raggiungere capacità costruttive e realizzative assolutamente in linea con quelle degli omologhi occidentali, ma capace di fare la differenza attraverso elementi creativi di assoluto valore e fuori dai canoni tradizionali, testimoni della cultura e del sentimento Latino Americano.

 

Dal Messico, con il supporto istituzionale dell’Ambasciata in Italia e grazie all’ incaricata culturale Maria Teresa Ceron, arrivano Manuel Rodriguez, couturier che ha vestito le star del mondo dello spettacolo del suo Paese e la linea Tirza della stilsita Sara Garcia Meza. Anche l’Ecuador, come detto, è protagonista dell’evento con la stilista Gabriela Guasgua, che porta a Roma la creatività della sua linea GiBAG – Handbags and Accessories, che combina tessuti con materiali misti, elaborati dagli artigiani della città di Otavalo. Alle sue creazioni, nello showroom del giorno successivo, si aggiunge la capsule collectiondella Fashion Designer Belen Jacome. Dal Brasile Napoleao Cesar porta la sua creatività a palazzo Ferrajoli, a fondersi con quella caraibica degli stilisti Cubani Jacqueline FumeroIsmael De la Caridad e Yosmany Larrea, in un tripudio di estro, energia, colori e vitalità. La Stilista Croata Sladana Krstic, già protagonista del panorama della moda in Italia, rappresenterà l’Europa nella sessione di showroom, in un ideale abbraccio tra la creatività di due Continenti così lontani ma vicini per la voglia di crescere e di stupire attraverso la proposta di abiti e accessori dall’elevata qualità realizzativa, frutto del talento di tanti giovani designer in giro per il Mondo.

 

CNA Federmoda attraverso RMI (Ricerca Moda Innovazione) ha da tempo avviato una intensa attività tesa a definire collaborazioni internazionali soprattutto nell’ottica di favorire l’incontro e lo scambio di esperienze tra giovani designer. In quest’ambito è da annoverare anche il patrocinio dell’Unione del settore moda della CNA a Latin American Fashion in programma a Roma i prossimi 3 e 4 luglio. “In questi anni – dichiara Antonio Franceschini, Responsabile Nazionale CNA Federmoda – ci siamo attivati per allargare lo spettro delle conoscenze offrendo la visione di scenari inediti, costruendo un percorso di confronto internazionale dedicato ad esperienze provenienti dalle diverse latitudini e longitudini del nostro pianeta. I nostri giovani hanno così potuto vivere esperienze internazionali per accrescere il loro bagaglio culturale. I nostri imprenditori, nello stesso tempo, hanno potuto cogliere suggestioni, contaminazioni, intrecci e sinergie venuti dal contatto con espressioni di differente ambito, con visioni estetiche lontane dalla nostra. Uno stimolo per tutti, soprattutto per ispirare nuove linee di tendenza ed avviare nuove relazioni commerciali”.

 

Calendario Appuntamenti Latin American Fashion a Palazzo Ferrajoli

  • 3 luglio 2019 ore 19.00 – Sfilata Collettiva Stilisti Latino Americani e Cocktail – Solo su invito
  • 4 luglio 2019 dalle ore 14.00 alle ore 19.00 – Showroom – Ingresso libero

Sponsor: Iberoamerica Agenzia Viaggi, Gruppo Di Rienzo – Luxury Suite

Partner e Media Partner: Accademia Altieri Make Up, Rivista Renacer (Puerto Rico), Becool Magazine (Italia), Woman & Bride

Patrocini: Ambasciate: Ecuador in Italia, Messico in Italia; CNA FEDERMODA; PRODI – Cámara Paraguaya de Diseño e Innovación; Cámara Argentina de Empresarios Culturales (CAEC); Red Cultural Mercosur; Camera di Commercio Italo Boliviana; Conglomerado Textil Bolivia COTEXBO.

Fotografi ufficiali:

Giacomo Prestigiacomo, Claudio Martone

Collaborazione di Stefania Sammarro e Gabriel Munari

Fashion Consulting:

Bolivia: ROBERTO ARANIBAR

Brasile e Paraguay: LORENA MARIN

Colombia: VANESSA TIRADO

Cuba: YOSMANY LARREA

Ecuador: PAULA ARGUELLO

Rep. Dominicana: LUCA GAMMELLA

Messico: FLOR OCEGUEDA

Direttore Amministrativo: BARBARA GUTIERREZ

Direttore Organizzativo: ELSY APARICIO

Coordinatore Make up: SAFIRA ALVAREZ

Press Office: Excelsum Publisher

Massimiliano Piccinno – T. 348 3803956

Erika Gottardi – T. 349 6503893

info@maxpiccinno.cominfo@womanbride.it

 

x x x x x

Video suggerito da Punto Continenti e commentato in inglese e italiano (2 minuti):

ONU e Nuove Tecnologie: Vera sfida per Guterres – UN and New Technologies: Real challenge for Guterres

 

 

 

 

 

 

 

VIDEO – PLURALISMO DELL’INFORMAZIONE

Rubrica Pubblica Utilità del Gruppo di Pressione – Impegno della REA – Radio e TV locali – Autorevoli Opinioni              […]

VIDEO – NUOVO STATO SOCIALE

I 7 Diritti Capitali –  I veri nemici dello Stato Sociale – Servizi Giornalistici (Web, radio e televisioni)     […]

VIDEO – MONDO VERDE

Impegno di Radio e TV – Fatti Globali e Locali – Bioarchitettura – Riflessioni e segnalazioni sulla stampa      […]

VIDEO – PANORAMA

  Politica – Economia – Europa – Incontri Internazionali – Storia – Editoria – Personaggi – Eventi – Viaggi Culturali  […]