UA-111326531-1
Tuesday, January 23, 2018

INFORMAZIONE E STATO SOCIALE: L’IMPEGNO REA NEL 2017

Posted by Punto Continenti On dicembre - 31 - 2017

Foto: Antonio Diomede, Presidente della REA, intervistato davanti a Montecitorio.

 

In difesa delle piccole emittenti locali.

Nel corso del 2017 si è svolta un’intensa battaglia da parte della REA (Radiotelevisioni Europee Associate) per la sopravvivenza delle emittenti locali, pesantemente minacciate dal DPR 146 del 12 Ottobre 2017 che ha introdotto pesantissime condizioni per poter accedere ai contributi pubblici per l’editoria. Nel caso delle televisioni si è arrivati a chiedere l’assunzione fino a 14 dipendenti, dei quali 4 giornalisti professionisti assunti a tempo pieno. Nel caso delle radio, uno dei due dipendenti deve necessariamente essere un giornalista. Condizioni che la maggior parte delle radio e tv non è in grado di soddisfare.

Tra le varie iniziative intraprese dalla REA, figura la dimostrazione organizzata davanti a Montecitorio contro la legge subito definita Ammazza emittenti. Ebbene, dire che in quella circostanza la maggioranza dei politici ha fatto orecchie da mercante, è un eufemismo. Nel corso, poi, dell’approvazione della legge di bilancio di fine anno la REA ha cercato di presentare una serie di emendamenti, molti dei quali sono stati accolti ma poi con il voto di fiducia tutto è andato disperso. Il timore è che nei prossimi mesi il 90% delle radio e televisioni locali rischi di chiudere, mandando a casa 4 mila lavoratori. E insieme ai lavoratori andrà in soffitta anche un bel pezzo della libertà di stampa, nonché il diritto dei cittadini a essere informati.

Nuove iniziative verranno, comunque, intraprese nella prossima legislatura. Si ipotizza anche un ricorso in sede europea. In ogni caso nulla resterà intentato affinché non venga definitivamente cancellata una delle esperienze più entusiasmanti nata verso la fine degli anni settanta e che per oltre quarant’anni ha caratterizzato il mondo giornalistico italiano.

Video per lo Stato Sociale

Oltre a tutelare i diritti delle piccole e medie radio e tv locali, la REA è fortemente impegnata anche nella creazione di un nuovo ed efficiente Stato Sociale: un obiettivo che necessita di un’attenta e libera informazione. Su questo fronte il 2017 si è chiuso con alcuni risultati più che soddisfacenti: ad esempio, i vari video prodotti allo scopo di promuovere la nascita del nuovo Stato Sociale hanno superato le 35 mila visualizzazioni su YouTube (per la precisione 35.594). Più di 5 mila solo negli ultimi due mesi dell’anno.

Considerata la complessità della materia affrontata si tratta sicuramente di un grande successo che premia lo sforzo della REA a impegnarsi in un ambizioso progetto che punta decisamente su due obiettivi: 1) ridurre sensibilmente i costi dei servizi essenziali per i cittadini con l’aiuto della tecnologia; 2) consentire a tutti di condurre una vita dignitosa. A tale fine sono stati anche indicati i 7 Bisogni Capitali di un moderno ed efficiente Stato Sociale e che saranno oggetto di un nuovo libro: 1) Avere un lavoro di sostentamento (in prospettiva un Reddito Universale); 2) Nutrirsi e Vestirsi; 3) Avere un Tetto; 4) Curarsi; 5) Istruirsi, 6) Avere una tutela legale; 7) Avere una corretta informazione.

Libro ‘Radio e TV a un Bivio’. In questo libro-intervista con il Presidente della REA Antonio Diomede (acquistabile su Amazon) viene descritta la grande ventata di innovazione e libertà avviata verso la fine degli anni settanta con la nascita delle radio e televisioni locali: una realtà che rischia di svanire completamente nei prossimi anni. Le piccole e medie emittenti (circa 480 Tv e 1.200 radio locali) si trovano davanti a un bivio: o riescono a coinvolgere e ottenere il sostegno dell’opinione pubblica nella loro battaglia per la sopravvivenza o sono destinate a sparire in larga misura. E con loro verrà cancellata anche una grande fetta del pluralismo informativo.

Nel libro (curato dal giornalista Rainero Schembri) vengono illustrate le varie tappe di un disegno politico che partendo da lontano rientra perfettamente in una logica internazionale voluta da alcuni grandi gruppi economici (operanti soprattutto nel campo delle telecomunicazioni), intenzionati a restringere notevolmente la libertà d’informazione, ultimo argine alla più grande concentrazione del potere politico ed economico della storia.

Nella seconda parte del libro vengono, invece, riportati numerosi e qualificati articoli e interviste (complessivamente 46) con personalità ed esperti di problemi sociali, suddivisi in: Mondo dell’Informazione; Informazione e Stato Sociale; Contesto Internazionale. Si tratta di un utilissimo contributo al Progetto REA alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica sull’assoluta necessità di creare un nuovo ed efficiente Stato Sociale.

Rete di Centri Stampa Sociali patrocinati dalla REA. Dal mese di novembre del 2017 la REA ha attivato una rete di contatti in Italia e all’estero. L’obiettivo è di alimentare uno scambio continuo di informazioni coinvolgendo soprattutto le persone interessate alle tematiche sociali e gli italiani residenti all’estero. Già sono stati attivati diversi Centri Stampa Sociali sia all’estero, sia in Italia. Vedere elenco allegato.

Organismi collegati

Nel 2017 hanno partecipato o si sono collegati alle iniziative culturali e sociali promossi dalla REA numerosi organismi tra cui: APS Comunità Italiana nel Mondo; Aref International Onlus; Armando Editore; Associazione Amicizia Italia Costa Rica (Roma); Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana (CENDIC); Convergenza Socialista; Festival Internazionale Teatro Romano di Volterra; Giornalisti per il Sociale; Gruppo Turistico Culturale; Indo Italian Institute for Trade and Technology; Insieme per gli Italiani; La Zattera di nessuno; M.Th-I; Onlus Prigionieri del Silenzio; Opera in Piazza di Oderzo; Osservatorio Mediatrends Europa.

Nuove Iniziative.

Nel 2018 verrà pubblicato un nuovo libro intitolato i 7 Bisogni Capitali a cura di  Rainero Schembri. Sarà il lancio ufficiale di una serie di iniziative intese a tutelare la libertà di stampa, soprattutto quella locale in funzione della nascita di un nuovo ed efficiente Stato Sociale in Italia e nel mondo. Sono poi allo studio altre iniziative tra cui la

  • Realizzazione di nuovi video (storici e sull’evoluzione tecnologica);
  • Incontri e presentazione di libri in Italia e all’estero;
  • Rafforzamento della Rete dei Centri Stampa Sociali;
  • Collegamento con radio e televisioni estere;
  • Organizzazione di un Premio Internazionale riguardante lo Stato Sociale;
  • Attivazione di un’iniziativa di grande impatto mediatico.

 

ALLEGATI – Centri Stampa Sociali patrocinati dalla REA

 

                                                                    ESTERO 

ARGENTINA

Buenos Aires

Donne in Azione

Responsabile Rosana Botana.

Via Peluffo 810

San Miguel Buenos Aires

presidenza.donneinazione@gmail.com

BELGIO

Bruxelles

Centro Stampa Sociale Leonardo da Vinci

Responsabile Margherita Salvador

Bruxelles

Via Rue Jourdan 128

margherita.salvador@gmail.com

BRASILE

1 San Paolo

Centro Stampa Sociale Sao Paolo

Responsabile Isaura Quentin

Aruja

Rua Euripides Antonio do Carmo 74

isaurasq@yahoo.com

2 Porto Alegre

Centro Stampa Sociale Luigi Rossetti

Responsabile Teresa Schembri

Porto Alegre (Rio Grande do Sul)

Via Fernandes Vieira 140/22

e-mail schembri.teresam@gmail.com

GIAPPONE

Tokyo

Centro Stampa Sociale Tokyo

Responsabile Marco Patella

Nerima-ku Shakujiidai 3-31-5

RicoMii 206

e – mail dott.patella@gmail.com

GRECIA

Atene

Centro Stampa Sociale ‘Grecia’

Responsabile Angelo Saracini

Atene

via Markora 56

e-mail angisar@yahoo,

MAROCCO

Casablanca

Centro Stampa Sociale Italia – Marocco

Responsabile Giovanni Mezzadri

Casablanca in via Lotissement la Belle Vue N° 121

Sidi Maarouf,20520

e-mail g.mezzadri@airclima.ma

MESSICO 

1 Città del Messico

Centro Stampa Sociale Mexico

Responsabile Rosalia Martinez

Prolongacion Presa Don Martin, Loma Hermosa 7-

A – 304 Col. IRRIGACION C.P. 11200

Delegacion Miguel Hidalgo, Ciudad de Mexico.

2 Chiapas

Centro Stampa Sociale Mexico

Responsabile Rosalia Martinez

Tuxtla Gutierrez,

Chiapas CP 29023 Mexico,

Via Purpura 455

Fraccionamiento Monterreal,

e-mail exportmexico@gmail.com 

OLANDA

 AIA

Centro Stampa Sociale ‘Erasmus’

Responsabile Sanda Sudor

AIA

in via Laan van Meederfort 82

e-mail sandasudorart@gmail.com

RUSSIA

Mosca

Centro Stampa Sociale Mosca

Responsabile Carlomaria Tura

Mosca

In via Armyansky Pereulok 9/1/1

carlo@italia-club.ru

STATI UNITI

New York

Centro Stampa Sociale ‘Cristoforo Colombo’

Responsabile Isabella Susy De Martini

New York,

170 Amsterdam Av.

isabella.demartini@outlook.it

Washington

Centro Stampa Sociale Italicamente.com

Responsabile Melo Cicala

Washington  

3236 P Street, N.W. , Washington D.C, (cap) 20007,

e mail cicaladc@aol.com 

SVIZZERA

Zurigo

Centro Stampa Sociale ‘Zurigo’

Responsabile Dino Suppa

Zurigo

Rudolfstetten, in via untere Dorfstrasse 20,

e-mail dino.suppa@libero.it

 

                                                                     ITALIA

BASILICATA

Potenza

Centro Stampa Basilicata

Responsabile Antonio Peragine

(Corriere Nazionale e Mediterranea TV)

Sede principale (per Basilicata e Puglia):

Bari al viale della Repubblica 7 1N, 70125

e-mail direttore@corrierenazionale.net,

CAMPANIA

Ariano Irpino

Centro Stampa Sociale ‘Albert Schweitzer’

Responsabile Floriana Mastandrea

Ariano Irpino (AV)

in via Annunziata n.4,

florianamas@gmail.com

LAZIO

1 Roma

REA (Radiotelevisioni Europee Associate)

Coordinamento dei Centri Stampa Sociali

Presidente Antonio Diomede

San Cesario

Via dei Pioppi 20

0030 Roma

info@reasat.it

2 Formia

Centro Stampa Sociale ‘Otium Formianum’

Responsabile Myriam Spaziani Testa

Formia

Via Pietra Erta snc

myriamspazianitesta@gmail.com

3 Grottaferrata

Centro Stampa Sociale ‘Valentina B Eventi & Comunicazione’

Responsabile Valentina Biscozzi

Via G. Quattrucci 34

valentinabeventi2@gmail.com                                                               

LOMBARDIA

Milano

Centro Stampa Sociale ADBComunica

Responsabile Alessio de Bernardi

adb.comunicarte@gmail.com

PUGLIA

Bari

Cento Stampa ‘Puglia’

(Corriere Nazionale e Mediterranea TV)

Responsabile Antonio Peragine

Bari al viale della Repubblica 7 1N, 70125,

e-mail direttore@corrierenazionale.net

SICILIA

Palermo

Centro Stampa Sociale ‘Lente d’Ingrandimento’

Responsabile Mirta Bajamonte

Palermo

Via Noto 4

bajamonte.myrta.ivfmc@gmail.com

VENETO

1 Chioggia

Centro Stampa Sociale FINCOPP VENETO

Responsabili Bertilla Ugolin

Chioggia

via Rebosola 134

fincopp.veneto@gmail.com

2 VICENZA

Centro Stampa Sociale Senior Veneto

Responsabile Vincenzo Gigli

Vicenza

Via C. Colombo 7

vincenzo.gigli@seniorveneto.org

 

SPOT REA SULLO STATO SOCIALE

 

 

Comments are closed.

VIDEO – PER UN NUOVO STATO SOCIALE Dalle città all’Europa

LE 9 PUNTATE  DELLA TRASMISSIONE SULLO STATO SOCIALE Prima Serie 01 – Introduzione alla serie 15 Minuti per un nuovo […]

VIDEO – BENI STORICI E CULTURALI DOC

A – SITI ROMANI – URBE 01 – Circo Massimo – Videolink 02 – Ostia Antica – URBE  Videolink 03 – […]

VIDEO – MEDIA E PROTAGONISTI

MONDO DELLA COMUNICAZIONE 01 – RADIO MAMBO – Renato Dionisi – Videolink 02 – Tele Ambiente – Stefano Zago – […]

VIDEO – FINESTRA SUL MONDO

01 – Dubai – A spasso con Giulia – Videolink 02 – Christine ad Assisi – Videolink 03 – Con Stefano a Valencia […]